Liceo Scientifico "Gregorio Ricci Curbastro"

LICEO di LUGO

Liceo Scientifico St. G. Ricci Curbastro con sez. annessa di Liceo Classico Trisi-Graziani

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Vita della scuola Vita della scuola Quattro studenti del Liceo di Lugo ricercatori per una notte

Quattro studenti del Liceo di Lugo ricercatori per una notte

VenerdiŽ 29 Settembre, in più di 250 cittaŽ, si sono svolte simultaneamente le attivitaŽ legate a La Notte Europea dei Ricercatori, unŽiniziativa promossa dalla Commissione Europea che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca di tutti i paesi europei, per creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini e diffondere la cultura scientifica.
Gli eventi comprendono esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, mostre e visite guidate, conferenze e seminari divulgativi, spettacoli, concerti e performance artistiche.

Liceo di Lugo a preso parte alle attivitaŽ di Bologna grazie a quattro alunni della classe 5BSA, che sono stati invitati a presentare i risultati della loro ricerca intitolata Terremoti, conoscerli per difendersi. Ridurre il rischio sismico e migliorare la sicurezza a scuola.
Tale lavoro, che eŽ risultato vincitore del secondo premio del Concorso Torricelli Web 2017, eŽ stato svolto in collaborazione con lŽINGV di Bologna, e aveva lo scopo di valutare la situazione di rischio sismico della nostra scuola, sensibilizzare la comunitaŽ scolastica a tale tematica e diffondere buone pratiche per la riduzione del rischio.

La presentazione si eŽ tenuta per un folto pubblico variegato e interessato, in Salaborsa (Piazza del Nettuno), nellŽambito del tema Un pianeta imprevedibile. Strategie per vivere in un paese irrequieto, a cura di Micol Todesco e Barbara Lolli, INGV.
http://nottedeiricercatori-society.eu/edizione2017/programmi/bologna/bologna-salaborsa/

Oltre a svolgere la presentazione, gli alunni hanno colto lŽoccasione di interagire con i ricercatori; in particolare, si sono intrattenuti per circa unŽora a discutere e approfondire il loro lavoro con il Prof. Gasperini, dellŽUniversitaŽ di Bologna.

Complimenti ragazzi!